Chiostro del Paradiso

Dall'atrio del Duomo di Amalfi si accede all'incantevole Chiostro del Paradiso, uno degli edifici piu' noti e interessanti della cittadina. Fatto costruire negli anni 1266-68 dall'arcivescovo Filippo Augustariccio come cimitero per i cittadini illustri e benemeriti, il Chiostro e' una deliziosa costruzione in stile arabo costituita da un peristilio di colonnine binate, che sostengono archi acuti intrecciati; al centro si trova un grazioso giardinetto con palme. Abbandonato agli inizi del XVII secolo, il Chiostro fu restaurato nel 1908; nelle gallerie si possono ammirare importanti testimonianze di epoca romana e medioevale: due antiche colonne reggenti aquile, il sarcofago del decurione P. Ottavio Rufo, due sarcofagi romani con bassorilievi raffiguranti l'uno le nozze di Peleo e Teti, l'altro il ratto di Proserpina, un sarcofago trecentesco e, infine, frammenti dell'antica facciata del Duomo.